Ciarlando... · Nottambulismo

L’ora X delirante

Succede che all’una di notte ti prende la voglia di fare. Cosa, poi… boh. Mille cose. Potrei anche mettermi a ballare il charleston. O fare le flessioni. Magari potrei decidere di scrivere qualcosa, ma nella mia mente sento solo bzzzzzzz, e non riesco a concentrarmi. Il lavoro mi prende per intero, mi isola dal resto, fuori il tempo fa schifo e mi fa sentire uno schifo.
Giovedì avrà luogo la battaglia, la battaglia dell’aumento di stipendio. Stefania, l’italiana con il nome sillabato sempre male, versus La Grande Compagnia Alberghiera dal motto: “If you care about your people, your people will care about your guests”. 
Si, SE a te importasse qualcosa del tuo staff… peccato che son tutte paroline alla stracazzo di cane! Mica la vinco, io lo so già. Ma non provarci mi fa sentire più preda delle mie paure, e dei miei timori.
Le grandi compagnie trovano sempre un modo per prenderti per i fondelli. Ti fanno credere che sei vitale per loro… fino al momento in cui ti mandano in una filiale sperduta nella campagna con la frase: “è una sfida temporanea, in vista del grande salto”. Poi lassù, negli uffici alti le cose cambiano, le persone girano e le parole volano via col vento. E tu ti ritrovi a gestire un hotel a due ore da casa tua, con la tua superiore in malattia, con ore di stipendio da regalare ma con il personale dimezzato che ha deciso di seguire altre vie proprio quando arrivi tu che ancora non ti sei ambientata. 
Pensi che avresti dovuto farti mettere per iscritto la “fase temporanea in vista del grande salto”, e intanto ti tiri le sberle in testa per esser stata così cretina.

Allora subisci, rimugini e ti fai doppi turni fino a quando un giorno ti svegli e dici: Io sarò pure una vice-manager in erba, ma fessa non mi ci fai più!
Mandi una mail al Grande Capo: decisa, autoritaria, ma con quella punta di umiltà che nasconde il vero obiettivo del vostro incontro: grana extra.
Il Grande Capo ti invita al Meeting del Distretto giovedi così poi forse vi sedete a fine giornata.

Cominci a tremare e a preparare il discorso….sarà per questo che sono ancora sveglia? Mmh. Si.

Avete mai avanzato una richiesta di aumento? Beh io no. Aiuto!

Giovedi avrò La Conferma.
Se non è come mi aspetto allora fanculo tutto. Potrò seguire la mia vera strada: diventerò la controfigura di Lady Gaga. Si, so che lei non ne ha bisogno… ma in caso si rompesse una gamba ho già tutti i balletti e le canzoni pronte.

Annunci

2 thoughts on “L’ora X delirante

  1. Il primo post che leggo dal mio rientro su wordpress e mi son proprio imbattuta in quello di un’italiana trasferitasi a Londra con le crisi da futuro… mi sembra perfetto! Dico così perché da tre anni ormai mi reco a Londra per quattro mesi l’anno per un lavoro stagionale, sottopagato e delirante, e, in parte, entro in empatia con ‘l’ansia’ di ciò che hai scritto.
    Fatto sta che diventare la controfigura di Lady Gaga sarebbe proprio un mestiere con i contro…fiocchi.

    Mi piace

    1. Beh, intanto è un’esperienza… e puoi sempre pensare di trasformare questo lavoro stagionale in un lavoro fisso, se anche tu sei in “ansia”.
      In bocca al lupo per tutto!
      Io inizierò a cucire costumi di bolle di sapone… 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...