Bella Gente · Travel&Photography

En viaje por Fuerteventura

Un breve aggiornamento prima della partenza. Oggi pomeriggio sarò a Fuerteventura con la mia dolce metà. La valigia è chiusa, io sono nel panico, perché so già che arriverò a metà settimana senza mutande pulite e mi toccherà fare la lavandaia anche in vacanza. In più ho dovuto fare un’accuratissima e dolorosissima selezione di cosmetici, dovendo rinunciare alle creme per il viso acquistate alla spa perché superano la grandezza consentita. Posso portare solo 10kg di bagaglio, e la scelta di vestiario è ardua quando hai mezza valigia occupata da attrezzature fotografiche e libri da leggere. Insomma, mi sa che mi ridurrò ad essere una gipsy… Comunque sono in estasi: la parola vacanza ha assunto un significato quasi sacro in questo ultimi anni, e l’idea di andare al mare e abbronzarmi un po’ mi fa sentire euforica come quando a metà giugno finisci la scuola. Non vedo l’ora di rinfrescare il mio spagnolo. Un po’ lo faccio già, quando in hotel incappo in turisti spagnoli che non parlano un accidentaccio di inglese. E a proposito di inglese…Mi metto già il cuore in pace sapendo che a Fuerteventura incontrerò solamente loro. L’anno scorso, quando siamo stato a Tenerife, siamo incappati in pub inglesi e inglesi ubriachi a ogni metro, e noi che pensavamo di essercene sbarazzati per almeno una decina di giorni…! Invece no, perché gli inglesi sono dovunque, e in qualunque periodo dell’anno! E poi li riconosci subito, già dall’aeroporto. Ci sono quelli che partono già in infradito e sombrero. Da Stansted. Con 15 gradi. Ma dico, ma non hai freddo?! O forse vuoi semplicemente sbattermi in faccia il tuo ticket per un posto caldo?! E poi c’è il secondo tipo di inglese: il finto raffinato, che parte il giacca e cravatta, lei con il golfino di cashmere e il taccazzo 18. In aeroporto. Con corridoi infiniti, e gates e metal detectors. Ma un abbigliamento un po’ più comodo no?! Guarda meriti proprio che uno dei tacchi si incastri nel tapis roulant che ti porta al gate!
Comunque non lascerò che questa gentaglia mi rovini le vacanze. Anzi. Con il mio abbigliamento da barbona e la
macchina fotografica in mano intendo andare su e giù per tutta l’isola e immortalare tutte le spiagge più belle!
¡Hasta luego Londres! ¡Vamos a vernos en diez días!

Annunci

One thought on “En viaje por Fuerteventura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...