Ciarlando... · Homesick · Racconti · With Love

Flash – Fridays.

2006

Venerdí: FINALMENTE. Stamattina la prof ci ha chiesto chi ha intenzione di venire a scuola domani mattina. Siamo scoppiate tutte a ridere. Ovvio che non andró a scuola sabato mattina!
Stasera c’ é l’inaugurazione per la riapertura di Pepe e dopo un’estate di agonia finalmente ci torno con le mie amiche! Ho comprato le Tiger nuove. Sono beige con il logo rosa, e sono FICHISSIME, ma soprattutto COMODISSIME, cosí pogare sará una delizia.
Non vedo l’ora di gettarmi nella mischia. Chissá se A. ci sará. Spero di vedere anche C. e N., anche se N. non frequenta Pepe. Blah blah blah, sempre a lamentarsi di quanta gente finta ci va. Che cazzo te ne frega, vieni e divertiti, dico io. Sei con me.
So che non verresti perché poi la gente ci vedrebbe insieme e parlerebbe, come al solito. Ma chissene. Stasera non mi scalfisce nessuno.
Gomiti in fuori, occhi chiusi, Invisibile alla fragola, libidine musicale.

2008

Venerdí: STEEEEEE! UNA MARINARA, UNA CALAMARI E UNA BISMARCK AL TAVOLO OTTO!!!
Respira, sorridi, consegna. Pensa: lo stai facendo per la patente. 50 euro a serata, 100 euro alla settimana quando ti chiama anche di sabato.
In pausa leggo un messaggio: é A., mi scrive che c’é M. da Pepe. Me lo scrive con lo :).
Era necessario farmelo sapere? Domani le faró il culo.
Torno in cucina. F. e B. fanno battute sconce su delle clienti S. canta le sue canzoni in sardo, la testa del capo emerge di tanto in tanto per controllare che non stiamo cazzeggiando. Penso che in fondo non é cosi male lavorare, rido un sacco con i miei colleghi e posso mangiare ció che voglio.
Oggi papá mi ha detto che é fiero di me, mentre mi accompagnava a lavoro.  Sono ancora un po’ intontita da quella frase, inusualmente uscita dalla sua bocca.
La serata é quasi giunta al termine. D., il pizzaiolo, ha lasciato la saracinesca a metá; il segnale del “Siamo chiusi per legge, siamo aperti se non fate casino”. É l’ora dello svuotamento delle discoteche e della fame alcolica.
Il telefono vibra: é M., chiede se siamo ancora aperti cosí si fa una focaccina ripiena.
Mi sa che il culo ad A. domani non glielo faccio…

2009

Venerdí: FINALMENTE. Mi sono spostata il turno a sabato pomeriggio, nonostante pianga giá all’idea di lavorare all’Ipercoop il sabato pomeriggio. Ma d’altra parte o ci vado ubriaca o mi faccio almeno passare la sbronza.
Non so cosa mettere, ma so che come al solito io e M. dovremo organizzare la serata tra una partita e l’altra, che se aspettiamo le altre va a finire che usciamo solo io e lei. Probabilmente getteró tre o quattro capi nel borsone di pallavolo e decideró cosa indossare dopo la doccia. Sperando che almeno questa volta negli spogliatoi ci sia l’acqua calda…
Oddio, in fondo so cosa faremo.. andremo da Pepe, come sempre. Ci troviamo all’una? Chi guida?  Metto le Tiger o i tacchi? Bah… tanto non si poga piú come prima. E siamo sempre fuori a fumare. Tantovale sembrare piú alta.
“Anvedi che gambe mi fanno sti tacchi…”. Si, stasera mi infighetto.
Chissá se c’é I. stasera.
No, Ste, no. Chissenefrega di I., che tanto se c’é é li con la nuova morosa. Non sembrare la ex dallo sguardo omicida. Infighettati per A. piuttosto, che ti guarda sempre di nascosto e non ti parla mai.
Uh, mando un messaggio a B., le chiedo se compra la vodka da mettere nella bottiglietta. La settimana scorsa non ci hanno beccato, abbiamo decisamente risparmiato sui cocktail! Vorrei del Martini questa volta, peró… mi sa che di bottigliette ce ne dobbiamo portare due.

2010

Venerdí: EUGH.
Che la grazia sia con me, domani mattina. Ho sicuramente bruciato tutte le chance che avevo con F., dal momento che sono scappata via nel bel mezzo della conversazione per raggiungere i bagni. Maledetta scorta in bottiglia.
Mi piace, mi piace F., é davvero bravo e premuroso. Sento che é quello giusto. Sono io che mi sento sbagliata. Mi sento sbagliata per tutti, in effetti.
Mi sento incompleta, e non é perché sono da sola. Ho bisogno di uno stimolo, di un lavoro e di un maledetto stipendio. Anche venire da Pepe é diventata un’impresa, con il biglietto d’ingresso che sale sempre di piú. Vorrei prendere F. e dirgli, “Vai! Sei cosi perfetto che sarebbe ingiusto trattenerti! Innamorati di qualcun’altra! Io non vivo qui, non vivo in questo corpo!”.
Voglio andare via. Ecco.
Voglio andare via…

2012

Venerdí: HOLY SHIT.
Quale differenza fa il nome di un giorno, quando i giorni sono uguali a se stessi? Lavorare in un hotel ti da una garanzia: non sarai mai libera di divertirti.
Cos’é il venerdi, da due anni a questa parte? Un casino infernale. Whatever man…
Avrai sempre dei turni merdosi il venerdi sera, e sarai costretta a sopportare clienti ubriachi, molesti e aggressivi per quella pinta di Foster in piú. Va beh, in fondo me lo sono scelta io questa vita londinese. Anche se… Ho solo voglia di andare a casa, infilarmi il pigiama e addormentarmi tra le braccia di F.

2014

Venerdí: OOOOOH….
Oggi a fine turno, mi tuffo in piscina e mi ammazzo di vasche. Mi faccio una doccia, infilo le scarpe e mi fiondo a casa.
Mi verseró un bicchiere di vino e staró con il mio F. a chiacchierare sul divano, fino a quando ci va; é la nostra unica sera di libertá prima che arrivino i nuovi coinquilini.
E domani mattina un sorriso riempirá il mio viso: Casa, tranquillitá, pulizie e telefilms. Domenica Chinatown é in festa per il Capodanno. Macchina fotografica in mano, Tigers ai piedi. Sará un bel weekend.
Stefy.

P.S: Non c’ é una morale del  venerdi sera. C’era solo voglia di ricordare.
E una costante. Le mie Tigers.

P.P.S: Anche F. é una costante.

Annunci

2 thoughts on “Flash – Fridays.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...