Ciarlando... · Recensioni balenghe

Delusioni

Dalla rubrica “Per fortuna che non siamo chef”:

Nuvole di gambero au banane
(che le ricette in francese sono sempre piú chic, vedi “Poulet pané sur un lit de pommes de terre” , trad. POLLO CHE’E PATATE)

Difficoltá: mezzo cappello da chef (?!)
Una ricetta che non richiede grande preparazione, ma molta pazienza e una certa versatilitá di opinione sul risultato finale.
Ingredienti:
– 1 casco di banane
– Nuvole di gambero q.b.

Preparazione:
– Ordinate cibo cinese. Normalmente le nuvole di gambero ve le danno gratis, se non é cosi denuciateli, perché stanno chiaramente violando la legge sulla ristorazione cinese. (é risaputo infatti che, in assenza di posate o bacchette, le nuvole di gambero possono sostituire le stesse.)

– Ingozzatevi di vermicelli e lasciate la busta con le nuvole di gambero sul cesto portafrutta.

– A questo punto, se non vi siete ancora procurati delle banane siete degli stolti, in quanto il titolo della ricetta vi suggerisce i due ingredienti base. Se invece le banane ce le avete giá, non dovrete fare altro che lasciare sul cesto portafrutta, insieme alla busta con le vostre nuvole, per tutta la notte.

– Il giorno seguente, all’ora di pranzo, magari mentre il vostro petit ami sta cucinando ma voi siete delle ingorde schifose e “spiluccate” 5 minuti prima che la pasta sia cotta, avvicinatevi alla busta con le preziose nuvole di gambero (che avete tenuto per oggi perché ieri sera avete mangiato da ingorde schifose quali siete) e assaggiate la vostra creazione.

Attezione: questo piatto non é adatto ai palati sopraffini.

In realtá le nuvole di gambero diventano immangiabili, e maledirete le banane per tutto il giorno. Nemmeno la pastasciutta saprá coprire il saporaccio che vi hanno lasciato in bocca. Anche perché piú che di banana, le nuvole sapranno di buccia di banana. Che é peggio.

Questa variante di sapore é applicabile a quasi tutti i cibi che stazionano in prossimité del casco di banane per un tempo superiore alle dodici ore.

Avrete sicuramente provato i cereali alla banana.
Portatevi i fiocchi d’avena a lavoro e teneteli in un portavivande a chiusura ermetica insieme ad una banana.  L’assenza d’aria dará i suoi frutti, sperati o non, oltre a rendere i vostri cereali stopposi.
Ma non potevo lasciare la banana all’aperto, o mi sarei ritrovata un esercito di topi sulla scrivania stamattina. Sai com’ é, la magia nel lavorare vicino al Tamigi.

Annunci

5 thoughts on “Delusioni

  1. Io sono un noto mangiabanane e il mio zaino assume spesso quel sapore… di recente ho fatto una grandissima scoperta, ovvero che invece di essere costretto a mangiare anche quelle ipermature che sono immangiabili da quanto dolci, le posso frullare con il latte e il gelato e farmi dei frappé da favola (come peraltro farò stasera).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...