Ciarlando... · Recensioni balenghe

Ho sempre sognato di essere quella che suona ai falò sulla spiaggia mentre gli altri limonano.

Ciao a tutti,

amici che hanno non hanno Spotify Premium e si sorbiscono le più assurde pubblicità 80 volte al giorno.
Ho dovuto convertirmi a Spotify per quel dannato incidente con l’hard-disc, che (incrociamo le dita) riuscirò presto a riavere integro. In tal caso dovrò dedicare un post di ringraziamento a una lettrice molto speciale!
Trovando il lato positivo delle cose, mettiamola così:
– sto scoprendo un sacco di nuova musica;
– ho dovuto iniziare un nuovo telefilm da vedere durante la pausa pranzo, ed il prescelto è stato “How I Met Your Mother”. Si, lo so, avrei dovuto iniziarlo molto tempo fa, anche perchè Channel 4 cercava sempre di propinarmelo a qualunque ora del giorno, ma io sono una supporter indissolubile di Friends, quindi…
La verità è che è molto divertente, contiene una grande quantità di verità in termini di relazioni tra uomo e donna, Neil Patrick Harris merita il doppio dei premi che ha vinto, Jason Segel è da adottare, ma vorrei tirare una padella addosso agli autori per tutte le volte che mi fanno credere di conoscere “LA MADRE”.

No. Questo è L’OCCHIO DELLA MADRE, non LA MADRE.

Certo, so che mancano solo 3 stagioni e quindi posso pazientare, ma voi cristiani che l’avete seguito mentre veniva rinnovato, come facevate?!
Un po’ come seguire The Walking Dead oggigiorno.Arrivati alla sesta stagione, ci chiediamo: Cosa è successo in partenza? Dov’è la cura? Daryl si laverà prima o poi?

Si sa che quando si invecchia si diventa più impazienti. Sono ad un punto di crisi mistica. Devo SCEGLIERE tra troppe serie TV da seguire e la cosa mi manda fuori di testa.

No. Leì è MADREH, non LA MADRE.

In fondo, vorrei seguire anche quegli altri 7/8 hobbies a cui mi sono ripromessa di dedicare più tempo.

Lo sapete che sto imparando a suonare la chitarra? Sapevatelo!
Mio papà ha tentato di insegnarmi qualcosa sin da quando ero piccolina, ma essendo io troppo poco paziente, ed essendo lui un pessimo maestro (più impaziente di me), non riuscivamo a trovare un punto d’incontro.
Succede che, in un giorno di marzo, in cui sono particolarmente annoiata, mi fermo davvero ad ascoltare mio padre. Ed improvvisamente sembra facile creare le note.
Purtroppo però, i genitori vanno sempre in giro a millantare i talenti innati dei figli troppo velocemente e troppo ad alta voce, quindi le mie prime esibizioni dal vivo sono state brevi, astratte, e compatite (ovvero io che dico: “Dai papà, non ho voglia! Uff.. va bene, ma sono ancora un po’ impedita col barrè/ se canto perdo il ritmo/ la mia mano destra non funziona più/ quindi non ridete, ok?! OK?!)…Sapete, ho sempre sognato di essere quella che suona ai falò sulla spiaggia mentre gli altri limonano.

Livello: Phoebe Buffay

In più, questo Natale ho deciso che consegnerò solo regali fatti a mano.
Tutti quei blog dai toni pastello, pucciosi, sempre abbaglianti e puliti, di gente che si crea il proprio bagnoschiuma, arreda casa propria con gli scarti di mobili che trova vicino all’immondizia,  e usa font esclusivamente creati con la calligrafia di qualche altro bohemien, mi hanno LETTERALMENTE CATTURATA.
L’idea è di ordinare su internet una quantità di materia prima sufficiente per avviare una piccola attività e creare la magia dall’impossibile, sperando di non dover buttare il tutto nel cesso a causa della mia squisità manualità.

Che poi è colpa di Buzzfeed se io poi mi metto in testa di poter fare tutte queste cose.
Oggi ho passato 2 ore a FRULLARE l’impossibile, proprio perchè, se Buzzfeed non mi manda ai blog del fai-da-te, mi apre i link a quelli dei luminari che vivono mangiando pappette ipocaloriche.
Ho preparato Smoothies per tutta la prossima settimana, e siccome in tutti ci sono le foglie di spinaci, il colore dei suddetti è ovviamente verde. La mia settimana disintossicante avrà 50 sfumature di verde.
Magari tra due settimane torno, non ho bisogno di ITSU per sentirmi healthy!


No, lei è MADRE NATURA. Non LA MADRE.

 

 

 

Annunci

19 thoughts on “Ho sempre sognato di essere quella che suona ai falò sulla spiaggia mentre gli altri limonano.

  1. How I Met Your Mother io l’ho guardato quest’anno per la prima volta, tutto di seguito per fortuna, non sarei stata in grado di aspettare tra una stagione e l’altra… Molto molto carino, e le ultime stagioni sono proprio “DITEMI CHI È LA MADRE BASTARDIIIIII” XD Quando l’hai finito poi parliamo del finale!!
    Complimenti per i vari buoni propositi (chitarra, regali, smoothies,…) e che la forza sia con te! (vabbè non c’entra ma mi sembrava l’augurio migliore possibile)

    Liked by 1 persona

  2. Felice che finalmente tu abbia iniziato a vederlo! 😀 Io sono una di quelle che ha iniziato dopo ma che è arrivata all’ultima stagione dovendo aspettare che uscisse i italiano 😛

    Sarà difficile trovare un regalo da fare a mano a natale…io ormai sono anni che li faccio ed ho finito le idee! Aiutoooooo!!!!

    Per quanto riguarda la dieta verde… breve si comincia con la pallavolo e vedrai che allora ti sentirai più in forma.

    Liked by 1 persona

  3. Non sto capendo quale sia l’appeal di ITSU. È davvero più salutare di (per dire) Wasabi? Di sicuro l’unico pasto che ho assaporato a Itsu è stato condito da un’aria condizionata a temperature artiche. Che va bè che il freddo conserva però così era un po’ esagerato.
    Meglio i tuoi smoothies di sicuro. Urge un post culinario! 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Itsu è un branch di Prêt a Manger. Probabilmente la versione più “pulita” A me piace che ti indicano l’apporto calorico sulle confezioni e i gr di proteine/carboidrati/grassi, se stai seguendo una dieta sai cosa mangiare. In più il cibo giapponese è notoriamente più salutare di altri. Quindi prendo Itsu come esempio, ma da Wasabi non ho mai mangiato:D
      Si dai, scriverò le ricette appena ci prendo bene la mano! 🙂

      Mi piace

  4. Io per adesso in ufficio sto guardando Community, guardo un’altra 20ina di puntate e poi passo all’ultima serie di How I met your mother, che non l’avevo finito!

    Comunque secondo i miei amici io sono il Barney di parrocchia, devo vestirmi elegante ma nessuno sa che lavoro faccia, e sono sempre a provarci con le ragazze (la differenza è solo che baccaglio per sport senza concludere mai niente)

    Mi piace

  5. Oh, tesoro. All’ultima puntata di HIMYM ho pianto come un vitello (ricordo che la madre di un amico, per valutare qualitativamente un film, se era bellissimo diceva “Ho pianto tanto”). Resisti. Io lo sto riguardando a tempo perso 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...