Bella Gente · Ciarlando... · E il tempo scorre... · Nottambulismo

Plane Fails – Top 5

Buongiollo a tutto il pubblico maschile e a quello femminile anzi al pubblico mas… femminile eppoi…a…quello femminile

(Si, anche io voglio omaggiare Luca Giurato e il suo Mudo li Merlino anzichè “petaloso“)

L’argomento che esporrò oggi è la SFIGA.

La SFIGA che non mi ha dato tregua nemmeno questa settimana, quando sono andata a Madrid nel weekend per ricongiurgermi ai miei amici, ex-colleghi londinesi, visitare la città e festeggiare il compleanno di Bea.
La Sfiga mi ha colpita il Giorno della Partenza.

La Sfiga assume sembianze incognite e si apposta dietro agli angoli più bui per coglierti il più impreparata possibile.
La Sfiga colpisce in ogni dove. In questo caso, la Sfiga mi ha cazziata in aeroporto.
Dai, a tutti sarà successo qualche tipo di incidente in aeroporto, no?
Mettiamola giù spiccia: più viaggi farete, più probabilità avrete di soccombere ad una fatale Botta di Sfiga. Ragazzi io non è che voglio passare il testimone, ma è semplicemente matematica. Quindi ecco a voi…

LA TOP 5 DELLE SITUAZIONI SFIGATE IN AEROPORTO E/O LEGATE AD UN AEROPLANO

5) In ultima posizione si piazza UN’ ALLEGRA NOTTE INSONNE A GATWICK, di cui ho già ampiamente parlato nel post: diciamo che me la sono cercata e che è stata anche divertente. A parte non aver chiuso occhio nonostante tutti gli “esperti viaggiatori” riescono a dormire in aeroporto. Sono state ore decisamente troppo lunghe.

4) In quarta posizione troviamo THE PLANE OF SHAME – quando nel lontano 2008 andai in vacanza con un’amica, ci ubriacammo fino all’inverosimile la notte prima della partenza, e abbandonammo la pista da ballo alle 6 del mattino per arrivare in aeroporto alle 7,25, con i vestiti della sera prima, con quell’aria fresca di chi non dorme da 24 ore e con una vaga curiosità di come sarebbe stato affrontare un dopo sbronza in alta quota.

party kristen wiig ready bridesmaids

3) Si piazza al terzo posto THE TERMINAL – quando nel 2013 partii da Londra in direzione Barcellona e mi diressi verso il Terminal 2 di Gatwick, Terminal che usavo circa 25 volte all’anno per andare dappertutto. Apparentemente Barcellona è snob per il T2 e sta al Terminal 1, e io me ne accorsi solo quando, allo scanner del biglietto aereo, le porte non si aprivano. Indossai la maschera dell’indignazione con un assistente che stava nei paraggi, e lui mi spiego (ridendo tra i baffi) che ero al Terminal sbagliato.
Il Terminal 1 era distante un quarto d’ora circa, ma una volta arrivata al controllo bagagli il panico che mi investì fu di livello medio (comparato al livello che sale alle posizioni numero 2 e 1), poichè la fila era assurdamente lunga e la gente incredibilmente lenta a svestirsi- vorrei a questo punto lanciare un appello a tutti quelli che vanno in aeroporto vestiti a festa: NON STATE FACENDO NESSUNA DANNATISSIMA SFILATA DI MODA, OK?! SFILATEVI LE CINTURE, GLI ANELLI E GLI STIVALI PRIMA DI PASSARE AL METAL, TIRATE FUORI IL FONDOTINTA E IL LAPTOP E NON SCASSATE LA MINCHIA SE IL CONTROLLORE VI FERMA OTTO VOLTE. SIETE STORDITI. –
Detto ciò, arrivai al gate quando le ultime anime stavano per essere imbarcate e finalmente, sudata ed ansimante, salii sull’aereo.

love comedy black season 2 louis

2) HO SOLO CONFUSO OTTOBRE CON NOVEMBRE, MICA GIUGNO CON FERRAGOSTO.
Se detta al contrario, questa frase passa dall’essere una battuta di Aldo, Giovanni e Giacomo ad una storia vera e triste. Quando nel 2011 tornai a casa per la settimana del mio compleanno e, nel tornare a Londra, l’assistente al check in mi fece notare che avevo comprato i biglietti non per il 28 di giugno, data di allora, ma per il 26 di agosto, data che sarebbe giunta 2 mesi dopo. E non solo per me, no… per Francesco e per mia sorella Sabrina, che avrebbe trascorso l’estate a Londra con me. Certo che c’erano 3 posti disponibili per il prossimo volo. E che costavano 260 euro l’uno. E che ho dovuto comprarli perchè avrei lavorato il giorno dopo.
Livello di panico: medio-alto, mentre  io e Padre discutevamo del piano di rateizzazione per restituire la cifra prestata entro i prossimi anni.

disney please the lion king simba jonathan taylor thomas

E si aggiudica la prima posizione…

1) MAMMA HO PERSO L’AEREO E NON STO CITANDO UN FILM – Esattamente 7 giorni fa, quando puntai la sveglia alle 4 del mattino e andai a dormire alle 22 PER PRECAUZIONE. In caso non mi FOSSI SVEGLIATA per la STANCHEZZA (non riesco nemmeno a rileggere questa frase senza ridere istericamente in questo momento). Fatto è che aprii gli occhi con la vaghissima e stranissima sensazione che qualcosa non quadrava. La camera troppo chiara. I miei occhi troppo riposati. Il telefono che segnava le 07:01. L’aereo che era decollato alle 06:40…
Livello di panico altissimo, ovviamente.
Tanto che d’impatto, il primissimo pensiero che ho avuto è stato: “va beh, torno a dormire”, seguito da “miserabile Sfigata, alza il culo e cerca un altro volo”. Il volo (stranamente) c’era, per la sera, e (sempre molto stranamente) aveva un costo abbastanza contenuto
Si insomma, alla fine Fra è stato tanto amorevole e comprensivo che mi ha aiutata a ragionare dicendo la seguente frase: “Se non compri quel volo mi arrabbio. Se resti qui tutto il weekend a lamentarti mentre guardi i post dei tuoi amici su Facebook ti tiro un ceffone”.

Alla fine ce l’ho fatta. Sono partita. Mi sono divertita e sono tornata a casa felice. Ho rivisto i miei amici e ho realizzato quanto bene voglio loro e quanto mi manchino ogni giorno.

Certo, ho disdetto l’estetista per i prossimi mesi e farò da baby-sitter anche alle piante, se necessario.
Ci sono storie che non posso essere raccontate senza una giusta dose di Sfiga, e questa rientra in quelle.
Quindi va bene.
Va bene così.
christina aguilera tv music television nbc

O forse sono davvero, davvero Stordita ogni tanto.

Annunci

6 thoughts on “Plane Fails – Top 5

  1. La numero 4 mi ricorda la sottoscritta, in volo totalmente sfatta da Madrid a Oporto.. Ero convinta che il volo durasse mezzora e stavo così male per la nausea che non ho neanche provato a fare due più due, ho chiesto come mai durava così tanto.. E ho scoperto che in Portogallo c’è un altro fuso orario!!! Bellissimo post 😁 Quella dei biglietti comprati per un’altra data comunque stravince!

    Liked by 1 persona

    1. Cavolo, il fuso orario, è vero! Chissà che agonia! Ahah

      Siete già in due che prediligono la 2 al posto della 1. Forse perché mi sono dimenticata di dirvi che il mio sogno/incubo ricorrente è proprio quello di perdere l’aereo e per me è svettato in prima posizione! 😩

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...